http://www.eduprof.it/Article1021.html
Il 28 maggio scorso presso la Scuola dell’Infanzia Comunale Marco Polo Tenore alle ore 14.30 si è tenuto uno spettacolo all’interno di ”Intermundia” la festa dell’intercultura dal titolo ”Un mondo di tutti i colori”un’ispirazione dal libro di Lobel Arnold ”Il Mago dei colori”.
La storia originale di Lobel fa riferimento a un tempo in cui i colori non esistevano e il mondo era grigio e nero. Un giorno un mago decise di provare nuovi intrugli magici per cercare di cambiarlo. Trovò il blu, il rosso e il giallo, ma solo dopo molti tentativi capì come dovevano essere usati.
Scoprì un giorno il colore blu. Il mondo, perciò, diventò blu, ma tutto quel blu rattristò presto la gente. Il mago cercò allora un rimedio nella sua tetra cantina blu e creò il giallo. Il mondo diventò tutto giallo, ma presto il giallo risultò troppo luminoso e accecante.. Anche la moda del rosso, però, non ebbe successo, perchè quel colore dava alla testa. Mescolando i tre colori ne ottenne altri. Ben presto il mondo divenne così splendido che nessuno ebbe più voglia di cambiarlo.
La rappresentazione teatrale realizzata interamente dai genitori dei bambini ,è stata un po’ diversa dall’originale in quanto ha associato i tre colori a tre popoli e tre luoghi, in modo tale da legare l’aspetto interculturale all’arte. Il Popolo Giallo viveva su, ed era rappresentato da Babbogiallo ,il Popolo Blu viveva su ed era rappresentato da Babboblu,il Popolo Rosso viveva di lato ed era rappresentato da Babborosso.

Elemento centrale della storia è stato un grande albero:”L’Albero dei frutti meravigliosi” che nascevano gialli ,blu e rossi. Ogni popolo aveva un Saggio e dei personaggi che ruotavano intorno alla vicenda. Alla fine i popoli si incontravano e da quel giorno l’albero produceva frutti di tutti i colori così come era il mondo.
Il presidente del VII Municipio Roberto Mastrantonio al termine dello spettacolo è intervenuto esprimendo stima e ammirazione nei confronti dei progetti della scuola, ringraziando la coordinatrice Dott.ssa Maria Luisa Alberti e le insegnanti referenti del progetto Camilla e Natascia.
La scuola dell’infanzia Marco Polo Tenore porta avanti da anni sia il progetto sull’arte perché presente all’interno del POF(Piano dell’Offerta Formativa) che il progetto sull’intercultura legato alla festa ”Intermundia” che si tiene alla fine di maggio di ogni anno.
Alle ore 15.30 circa c’è stata anche l’inaugurazione, con tanto di taglio di nastro da parte di alcuni bambini, della riproduzione di un’opera di Kandisky ”Insieme multicolore” nel cortile della scuola. Quest’ultimo è un dipinto astratto ad olio e smalto realizzato da tale pittore nel 1938.L’opera astratta viene così descritta : un’isola di colori in mezzo a un ‘silenzioso’ mare bianco: il bianco è per Kandinskij il colore del silenzio primordiale, in mezzo al quale risuona invece fortissima la vivacità dei colori della composizione, disposti con straordinaria armonia e meticolosa attenzione. Il bianco costituisce anche un limite alle forme magmatiche che con le loro protuberanze cercano di uscire e una cornice che avvolge l”isola colorata’ e che conferisce all’immagine un carattere devozionale, ‘quasi fosse un’icona’. L’insieme variegato di colori ricorda anche la magia cromatica di una tavolozza, la quale ‘è spesso in se stessa un’opera più bella di qualsiasi altra’.
La giornata si è conclusa con un rinfresco con dolci e cibi multietnici nell’atrio della scuola

Dott.ssa Daniela Campoli

http://digilander.libero.it/CampoliDaniela/

cadaniel@libero.it

INTERCULTURA E ARTE ALLA SCUOLA D’INFANZIA MARCO POLO TENORE

Potrebbe anche interessarti