Dalla ‘Ballata dei precari’ a ‘Fair Play’…

Non so se il fatto che mia nonna materna nel 1950, all’età di 18 anni ,  fece una comparsa nel film ‘Non c’è pace tra gli Ulivi’di Giuseppe De Santis  e con Lucia Bosè è puramente casuale,io che sono la nipote nel 2009, a 31 anni ,quindi a distanza di 53 anni,  ho ‘esordito’ facendo un piccolo cameo di pochi secondi interpretando me stessa dopo la laurea in ‘Masterizzati ‘ un episodio della ‘La Ballata dei precari’di Silvia Lombardo,Corrado Ceron,Giordano Cioccolini, (sceneggiatura Tiziana Capocaccia)è uscito a dicembre 2011 l’omonimo libro tratto dal film …
Diciamo ironicamente che siamo passati dalla corrente cinematografica neorealista a quella ‘realista’dei film sul precariato e sulla crisi…
Mia nonna fece una comparsata per 500 o 1000 lire (non ricorda) con un vestito antico verde di pannolenci e una conca in testa mentre era in cerchio nella piazza del suo paese natale Campoli Appenino ,che per ironia della sorte è anche parte del mio cognome…
Io invece pochi secondi  accanto all’attrice principale Maria Concetta Liotta, come G.M.R.  (giovane Masterizzata recidiva)  studentessa del Master estivo che prende appunti…
Non mi varrà un Oscar nè un Leone d’Argento, ma un’esperienza interessante per aver intervistato diversi attori del cast, quella sì…L’oversharing è uno dei mie tratti distintivi, (ed è un termine ‘fashion’ al passo coi tempi) vuoi perchè ho la capacità di far parlare sempre di me. Bene o male purchè se ne parli…
Il 23 Marzo 2013,il giorno dopo il suo compleanno gli viene pubblicato il suo primo articolo su ‘Fair Play’ il primo film contro la crisi,sarà forse un segno che nonostante la crisi editoriale qualcosa si sta smuovendo?Chissà…