Il duro mestiere di insegnare…

Fare la maestra era considerato un lavoro di prestigio e di tutto rispetto ai tempi del libro ‘Cuore’ di De Amicis oggi non è più così…
I fatti di  cronaca purtroppo non aiutano la categoria.Per citare qualche esempio :l’asilo di Rignano Flaminio e ultimamente la scuola dell’infanzia S.Romano a Roma…
C’è sicuramente molta differenza tra ‘contenere’ i bambini e il maltrattamento…
Il punto è che un’insegnante che maltratta un bambino (soggetto debole privo di strumenti critici secondo la Carta di Treviso)fa notizia,il contrario molto meno…
Fin dalla scuola dell’infanzia non è raro riscontrare fenomeni di bullismo e prevaricazione nei confronti dell’insegnante e degli altri bambini.
Come comportarsi in questi casi?
I genitori sono disposti a collaborare con una linea comune scuola-famiglia nell’educazione?O si delega tutto alla scuola?
L’insegnante ormai è tenuto ad essere in grado di affrontare anche le peggiori classi con 2-3 handicap riconosciuti oppure presunti (da accertare e non certificati) senza il supporto psicologico o psicoterapico di nessun tutor pedagogista o psicologo che sia (semmai questi tengono corsi di aggiornamento di interesse più o meno variabile…).
La formazione delle classi è ancora lasciata troppo al caso e viene fatta senza criteri precisi…
Tornando al maltrattamento bisogna dire che a volte il confine con il contenimento è labile.
 Si può ad esempio involontariamente provocare la pronazione del gomito in bambini piccoli solo rialzando un bambino che per giocare o a causa del suo handicap si butta a terra…
Spesso si è costretti a bloccare fisicamente bambini che tendono a disturbarne altri…
Siete favorevoli alle telecamere nelle scuole dell’infanzia? Non si deve ricorrere alla violenza per ottenere obbedienza siamo daccordo ma a questo punto forse ci vorrebbe un decalogo a cui attenersi per ottenere rispetto ,altrimenti si vieni accusati di mancanza di polso .
Un articolo pubblicato il 5 settembre 2012 su Repubblica riguardava la scomparsa del maestro e parlava dell’insegnamento come lavoro sempre più al femminile. Nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie la percentuale di uomini-maestri è bassissima, si alza leggermente nelle medie e nelle superiori, comunque la tendenza degli ultimi anni è stata quella di una progressiva diminuzione dei maschi nell’ambito dell’insegnamento e dell’educazione.

Personaggi più o meno famosi intervistati da me o comunque citati nei miei articoli…

Tra i personaggi famosi intervistati spiccano :Germano di Mattia-Marco Bellavia-Manuel De Peppe -Giuliano Chiarello-Gianni Ferreri-Federica Sbrenna (si tratta soprattutto di cantanti-attori,gli ultimi 3 abitano dalle mie parti…)

Ho intervistato anche diversi attori -registi/sceneggiatori emergenti :Diversi attori del cast del film indipendente sul precariato ‘La Ballata dei precari’ (come Maria Concetta Liotta-Andrea De Bruyn).La regista del film Silvia Lombardo,una delle sceneggiatrici Tiziana Capocaccia…

La stilista Veronica Cascelli e Ida Gasparetti insegnante-scrittrice e fondatrice del M.I.D.A (Movimento insegnanti da abilitare).
Brunello Arborio del forum precari scuola.
Due articoli sul mio cantante preferito Gianluca Grignani…