“Scialla e poi splendi” libro di Federica Storace recensione a cura di Daniela Merola ospite nel mio blog

Ultimo Libro Storace
“Scialla e poi splendi” è l’ultimo libro di Federica Storace, insegnante e scrittrice molto apprezzata,
per Pedrazzi editore.
Già dal titolo si intuisce che gli argomento trattati riguardano il mondo dei giovani. Ed è proprio il
nome o per meglio dire lo slang “scialla” è stato suggerito dagli alunni della professoressa Storace.
Un titolo assolutamente indovinato e che racchiude in sé il senso dell’intero volume. Conoscere le
problematiche giovanili, comprenderle e poi permettere loro di vivere finalmente la cosa più
preziosa che si ha, la giovinezza. Il libro raccoglie una serie di brevi racconti tratti da storie vere,
“quadri” che contengono i sogni, le attese, i problemi, le frustrazioni dei giovani d’oggi e
stigmatizzate dall’esperienza del vissuto quotidiano dell’insegnante ed autrice Federica Storace.
Sono diciotto le “istantanee” che la professoressa e mamma risoluta ha voluto dar voce riuscendo a
raggruppare le tematiche più forti del mondo dei giovani. La sapiente mano dell’autrice ha narrato
con sensibilità e concretezza, con ironia e immediatezza uno spaccato reale del tanto bistrattato
mondo giovanile e cogliendone il lato umano più sofferente. Le varie tematiche sono affrontate con
una scrittura comprensibile e soavemente pulsante di sincerità e non hanno alcuna impronta di
giudizio morale. Ogni racconto termina con una riflessione breve di due righe da parte dell’autrice.
In questo modo si invoglia il lettore a fare una disamina di ciò che ha letto.
“Scialla e poi splendi” non è un saggio scientifico sullo studio del mondo giovanile, è invece un
viaggio alla scoperta dei giovani e delle loro più profonde piaghe interiori. Non si potrà restare
indifferenti davanti alle storie di Marco, segnato dall’autismo e da una vita che vive a metà o da
quella di Chiara, una “figlia di nessuno” che combatte la sua autodistruzione davanti allo specchio.
Tante storie di giovani alla ricerca di un futuro e di una identità. Come quella di Seba catastrofe,
nickname di Sebastiano, un ragazzo che ha solo bisogno di un po’ di attenzioni e di
incoraggiamento perché lui vede il mondo tutto nero, ama solo le calamità e le catastrofi. Ma con il
supporto degli amici capirà che il mondo è a colori e pieno di vita. Sono lievi e profonde queste
storie, sono ferite medicate dalla mano intelligente dell’autrice, sono carezze grondanti
comprensione, sono lo sguardo attento dell’insegnante e autrice di questa raccolta. L’empatia di
Federica Storace verso questi ragazzi va oltre il suo ruolo di insegnante, lei diventa “maestra di
vita” e tutto ciò le fa davvero onore.
“Scialla e poi splendi” è un libro per tutti, giovani e adulti perchè è un arcobaleno di spunti di
riflessioni ad ampio raggio.
DANIELA MEROLA
https://www.amazon.it/SCIALLA-POI-SPLENDI-Federica-Storace/dp/1075886260

MI CHIAMO “LADY DEPTH”, UN NOME ADATTO ALLA MIA MISSIONE: INTERVISTA A UNA RAPPER ROMANA

foto lady Depth
https://it.blastingnews.com/cultura-spettacoli/2018/10/mi-chiamo-lady-depth-un-nome-adatto-alla-mia-missione-002759789.html

Paola Vassallo, cantante emergente del Rap romano afferma: ‘Sono io la signora profondità in versione rapper per il terzo millennio’.
di Daniela Campoli
Aggiornato il 30 ottobre 2018 16:29